Isola dell’Amore di Goro: cosa vedere e come arrivare

La provincia di Ferrara è una terra a dir poco variegata: spazia dai piccoli borghi e dalle città come Tresigallo e Cento fino ad arrivare al Parco del Delta del Po. A solo un’ora in auto da Ferrara è possibile raggiungere la piccola località di Goro, famosa per le sue ottime vongole ma anche per l’Isola dell’Amore. Una meta perfetta per una gita fuori porta o da abbinare ad un fine settimana a Comacchio.

Nel cuore del Parco cel Delta del Po, l’Isola dell’Amore è formata dallo “scanno”, una lingua di sabbia nella quale si formano dune che si trasformano e si muovono con le maree e il vento. Si tratta di una riserva naturale dove non esistono sentieri ma si può camminare liberamente, sia sulla spiaggia sia nella parte più interna, dove si trovano le lagune.

Visitare l’Isola dell’Amore

L’isola si presenta libera, selvaggia, dalla natura incontaminata, ideale per trascorrere una giornata circondati dalla bellezza di un’oasi naturale e di un faro! Il faro di Goro, costruito negli anni Cinquanta, è l’unica costruzione presente sull’isola e sostituì l’ottocentesca Lanterna Vecchia, allontanatosi dal mare a causa dei depositi fluviali. Alto ben 22 metri, è anche l’unico luogo dove potrete trovare un punto ristoro.

👉 Il Faro di Goro è ristorante di pesce e hotel, oltre ad avere l’unica spiaggia attrezzata. Sul sito ufficiale trovate tutte le informazioni per poter prenotare. Dormire in un faro non è affatto una cattiva idea!

Nel 2017, Legambiente indicò l’Isola dell’Amore come una delle 13 migliori spiagge italiane. Tuttavia, trovandosi alla foce del Po di Goro, non è difficile trovare, passeggiando, rifiuti, spesso trasportati a riva dal mare. Tra le sue dune crescono numerose specie vegetali, nidificano e vivono anche tante specie quali la rondine di mare e le tartarughe marine.

Come raggiungere l’Isola dell’Amore

L’Isola dell’Amore è raggiungibile solo noleggiando una barca o prendendo il traghetto. L’imbarco del traghetto si trova in due punti:

  • Bacucco
  • Gorino

Il servizio da Bacucco è attivo tutti i giorni ed è prenotabile chiamando il numero 0533/778608. Il biglietto andata e ritorno costa €5 a persona (bambini fino ai 4 anni gratuiti, dai 5 ai 12 anni sconto del 50%). Coloro che pernottano al faro usufruiscono del servizio gratuitamente.

L’imbarco da Bacucco è raggiungibile facilmente impostando “imbarco Isola dell’Amore” su Google Maps. Si può parcheggiare l’auto lungo la strada che costeggia il canale. Il servizio da Gorino è su prenotazione e costa €7,50 a persona a tratta. Per quanto riguarda gli orari, in inverno, il servizio da Bacucco è a chiamata.

👉 Se come noi visiterete il faro e l’isola nel pomeriggio, quando rientrerete al pontile di imbarco, camminate fino all’Isola dei Gabbiani e godetevi un tramonto da favola con vista sul faro!

tramonto isola dell'amore goro
Tramonto dall’Isola dei Gabbiani

Cosa vedere nei dintorni di Goro

L’escursione all’Isola dell’Amore è un modo piacevole per trascorrere mezza giornata lontani dal caos della città e completamente immersi nella natura. A completare una gita fuori porta perfetta, vi consigliamo una di queste tappe, tutte a meno di un’ora da Goro:

  • Castello di Mesola e Riserva Naturale Bosco della Mesola;
  • Abbazia di Pomposa, la cui meravigliosa chiesa di Santa Maria – Pomposa custodisce uno dei cicli di affreschi più preziosi di tutta la provincia. Un’immersione nell’arte di ispirazione giottesca, camminando su un pregiato pavimento a mosaico intarsiato in marmo. Non passa certo inosservato il Giudizio Universale nella parete interna della facciata. Per orari aggiornati e biglietti, consultate il sito ufficiale.
  • Lavandeto di Cà Mello (tarda primavera-estate).

👉 Avete già letto il nostro post sulle gite fuori porta nella provincia di Ferrara?

Ti potrebbero anche interessare

4 commenti

  1. Stavo guardando su Gmaps, le sponde sono talmente vicine che ci si potrebbe arrivare a nuoto… poi ho riflettuto sul Po e su quello che hai scritto e ho immediatamente smesso di accarezzare l’idea 😛 Però una notte in un faro mi piacerebbe un sacco!

    1. Credo che si dovrà organizzare una gita fra blogger, siamo in tanti a voler dormire in un faro!
      Quando alle sponde, io ancora non capisco il nuoto di fondo: il pensiero di nuotare in mare per così tanti chilometri in mare. Avrei una paura assurda di polpi e meduse. Viva le piscine 😂

    1. È stata una giornata rigenerante, tranquilla, con un bel vento che ti accompagna sulla battigia. Il Parco del Delta del Po è una zona spettacolare, si può spaziare come si vuole, tra arte e natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.