Visitare la Salina di Cervia

visitare la salina di Cervia

Se chiedessimo a 1000 persone il motivo per cui conoscono Cervia, siamo sicuri che la stragrande maggioranza vi risponderebbe “per il turismo balneare”. Noi stessi, pur abitando a meno di un’ora da questa città, non la conoscevamo bene ma una cosa la sapevamo: Cervia è famosa anche per la produzione di sale. Per inaugurare le prime gite fuori porta primaverili, potevamo non visitare la Salina di Cervia?

visitare la salina di Cervia
Salina
Visitare la Salina di Cervia: alcune informazioni

Vi avevamo già parlato della produzione di quello che viene definito “oro bianco” e che quotidianamente utilizziamo in cucina. Questo prodotto, in passato simbolo di incorruttibilità, purezza e indissolubilità, è da sempre legato alla storia della città di Cervia. La Salina, infatti, con i suoi 827 ettari di estensione, non solo rappresenta la porta d’accesso a sud del Parco del Delta del Po, ma produce un sale marino integrale dolce.

visitare la salina di Cervia il sale
Il sale dolce di Cervia

La salina – data la sua estensione – è un luogo unico in tutto l’alto Adriatico e, dal 1979, è diventata “Riserva Naturale dello Stato di Popolamento Animale”. Ospita oltre 100 specie di uccelli e diverse specie vegetali che sono in grado di sopravvivere in un ambiente piuttosto estremo. Pensate che ci sono anche un centinaio di esemplari di fenicotteri!

Piccola curiosità: le acque della salina sono abitate, fra le tante specie presenti, dall’Artemia salina. Questo minuscolo crostaceo, dal ciclo vitale molto breve ma incredibilmente prolifero, funge un po’ da aspirapolvere dell’acqua, la ripulisce, una sorta di cozza insomma! Dal colore rossastro, è il cibo preferito dei fenicotteri e si dice che proprio il colore rosa di quest’ultimi derivi dal fatto che ingeriscano questo crostaceo! (Vogliamo anche aggiungere che cercando una sua immagine ho scoperto che esiste in Francia un gioco alla “Sapientino” ad esso dedicato? 😮)

Visitare la Salina di Cervia: escursione guidata in barca nell’oasi naturalistica

Binocolo per manager e macchina fotografica per me: eccoci pronti a salire sulla barca che ci ha poi accompagnato lungo il canale per scoprire ed ammirare l’oasi naturalistica della salina. Se intendete optare per la visita nei mesi estivi riuscirete anche ad osservare la fase di cristallizzazione del sale!

visitare la salina di Cervia
Canale

La guida vi farà notare le diverse specie di piante (alcune commestibili) e uccelli i quali, in primavera, tornano dall’Africa. Impossibile non soffermarsi ad ammirare i fenicotteri: non so voi, ma io li trovo di un’eleganza incredibile.

Visitare la salina di Cervia in primavera significa, paradossalmente, trovarsi in un ambiente che tutto sembra tranne una salina. La sensazione è quella di trovarsi sulla riva di un enorme lago dove, ogni tanto, si intersecano dei sentieri. Il blu delle acque e il verde della natura alla luce del caldo sole primaverile restituiscono dei riflessi e dei panorami piuttosto instagrammabili 😜.

visitare la salina di Cervia
Una parte della salina
visitare la salina di Cervia
Salina

Vi abbiamo detto che abbiamo – anzi ho – anche assaggiato la salicornia? Con questo nome in pochi la riconoscono, ma se vi dicessimo che è l’asparago di mare?

visitare la salina di Cervia
Salicornia (Credits: Inran.it)

Era molto buona, saporita! Manager mi ha scattato una foto ma la mia espressione era talmente … come definirla? Inguardabile! È entrata di diritto nella cartella “Foto da non pubblicare nemmeno sotto minaccia della CIA o del Mossad”. 🤐

E voi avete mai visitato una salina?

 


Informazioni utili

Se intendete visitare la Salina in estate o in questo periodo, non dimenticatevi la crema solare! No, non stiamo scherzando: quando siamo arrivati in hotel la sera della visita avevo una faccia che somigliava molto, in termini cromatici, all’artemia salina! 😫

Per prenotare una visita guidata, cliccate qui 

Se volete maggiori informazioni sulla salina di Cervia, troverete molte informazioni qui

in collaborazione con Centro Visite Saline di Cervia

Ti potrebbero anche interessare

36 commenti

  1. Me lo segno per quando sarò da quelle parti la prossima estate, cercando di ricordarmi di portare la protezione 50 perché già mi ustiono in condizioni normali…
    Conosco quel sale perché lo compro sempre da Eataly!

    1. Quanto è buono quel sale? Io ne uso quantità “industriali” perché non altera il gusto dei cibi!
      Quindi anche tu fai parte del club “gambero rosso” (e non parliamo di ristoranti?) 😂

  2. E infatti…mi associo al coro di quelli che ne conoscevano solo il lato turistico balneare. Che bella esperienza però! Tra fenicotteri e giri in barca avete (anzi hai) fatto delle splendide foto! Anche io ho una cartella sul PC protetta da password a prova di Neo+Trinity 😛 Una salina mai ma vale una miniera di sale vista in Polonia? 😉

    1. La miniera di sale l’ho conosciuta proprio grazie a te Dani! Non vedo l’ora di tornare in Polonia per poterla visitare!
      Ps. voglio più informazioni sui codici di protezione della tua cartella, voglio che la mia sia anche a prova di GDPR 😂

  3. Ma grazie, non conoscevo affatto le saline di Cervia, sono stupende. Io adoro le saline, ne ho viste in Sicilia, in Baja California e ogni volta mi piace quell’effetto che il sole fa sui cristalli di sale. E i fenicotteri a Cervia? Ma dai, li devo proprio andare a vedere, quanto belli sono i “flamingos”? Sono animali elegantissimi, e quel colore gli dona proprio … un po’ come devi essere stata tu alla sera 🙂

    1. In effetti quando si pensa alle saline in Italia, quelle siciliane sono le prime (e spesso le uniche) che vengono in mente. Dovessi mai capitare da queste parti facci un pensierino, anche la cittadina di Cervia saprà sorprenderti!

  4. Ho visitato diverse saline all’estero. In Italia mai. E non sapevo che a Cervia ci fosse una salina. Quest’anno ne visiterò una in Sicilia 😀

  5. Devo ammettere che io sarei la 1001 persona che direbbe Cervia=Mare ma mai pensavo possibile visitare una salina fuori dalla Sicilia!

  6. E’ vero: non conosco molte persone che quando dici Cervia pensano a qualcosa di diverso dalla località balneare. Eppure il mare è intrinsecamente legato al sale.
    Io confesso non sapevo delle Saline. Pensavo fossero solo al sud. E invece no. Ora avrei voglia di visitarle. 🙂

    1. Io credo che l’Italia abbia davvero una marcia in più in questo senso: il nostro territorio sa regalarci mille sfaccettature diverse e luoghi che mai avremmo creduto avremmo potuto trovare in una determinata zona.

  7. Ho visitato le saline di Cervia, ma confesso di essermi persa il giro in barca. Se l’avessi saputo ci avrei partecipato sicuramente. In compenso me ne sono andata con una borsa piena di cose buone. Mi ricordo ancora del cioccolato con il sale di Cervia che qui a casa ha avuto un successo clamoroso!

    1. Di sale ne abbiamo acquistato anche noi a palate, il cioccolato lo avevo già assaggiato e me ne ero innamorata! Un prodotto davvero eccezionale che ha proprio nel sale dolce di Cervia il suo ingrediente fondamentale! Crea dipendenza!

  8. Che voglia di prenotare una gita in barca!! Non vedo l’ora di avvistare i fenicotteri, sono giusto un po’ in fissa per questi animali 😉

    1. Fra la salina e il Museo del sale avete di che trascorrere una bella giornata, magari intervallata da un bel frittino di pesce!

  9. Che belle!! Io adoro le saline, ma queste mi mancano pur essendo relativamente vicine.. Ho visto quelle in SIcilia e ho ancora davanti agli occhi lo spettacolo del sole che si riflette. Complimenti per le foto, quelle dei fenicotteri sono splendide

    1. Per fare quelle foto ormai la guida mi lasciava a piedi 😂 non riuscivo a tenere il passo del gruppo, mi fermavo a fare 1000 foto ai fenicotteri! Se capiti da queste parti ti consigliamo di visitarla, se poi ci aggiungi un pranzetto di pesce il risultato è perfetto!

  10. Vado subito a vedere se sul sito ci sono info sull’accessibilità oppure oggi chiamo. Così quando andiamo al museo andiamo anche a vedere le saline.

  11. Anche io (purtroppo) faccio parte del gruppo di chi non conosceva le Saline. Sembrano davvero interessanti e che bello anche il giro in barca! I fenicotteri poi spettacolari anche se a me fanno sempre un po’ paura, beccano!

    1. Tranquilla Simo, non si avvicinano nemmeno lontanamente agli esseri umani. Dalle foto sembrano vicini perché il mitico zoom della macchina fotografica è un vero portento 😂

    1. Ci sono anche altre opzioni che in estate vengono attivate con maggiore frequenza! Avremmo voluto fare la passeggiata al tramonto ma inizieranno ad organizzarle da giugno!

  12. Anch’io turismo balneare a Cervia, sono proprio scontata eh 😁 Veramente l’Italia è un tesoro di bellezze nascoste e visitare una salina sarebbe per me una bella novità. E se le foto vengono così bene poi, è il massimo!

    1. Niente di scontato, è normale che sia così, ogni zona è nota per qualcosa in particolare! L’importante è avere la curiosità di scoprire cosa c’è oltre! 😉

  13. Adoro la salicornia!!! Non sapevo che si chiamasse così, ma la ritrovavo sempre nel menu di un ristorante di pesce dove vado abitualmente in Inghilterra e nessuno aveva mai capito cosa fosse, ora potrò vantarmi di sapere cos’è grazie al tuo blog ahahahah

    1. Pensa che io ho realizzato di aver già mangiato in passato la salicornia solo due giorni dopo la visita alla Salina di Cervia! Credo di dover mangiare più cibi a base di potassio per la memoria 🙂

  14. Adesso che abbiamo la Romagna Card prevediamo di visitare quelle zone in lungo e in largo, e le saline di Cervia sono già in programma a breve!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *